S


Breve storia della didattica dell'Astronomia all'interno dell'UAI

Otto anni fa nell'UAI, sotto la guida dell'allora presidente Gabriele Vanin, iniziò un graduale processo di trasformazione della nostra Associazione che, partendo dal nocciolo duro della ricerca amatoriale, attiva da oltre trent'anni, ha portato all'ampliamento delle attività soprattutto inserendo e sviluppando iniziative didattiche e divulgative che fino ad allora erano state presenti solo saltuariamente. Venne così inaugurato un nuovo corso dell'UAI che, oggi, si può considerare un fatto sostanzialmente acquisito e un valore importante che la società riconosce alla nostra Associazione.

Furono lanciate delle iniziative didattiche di vasta portata che chiamammo Astronomia Viva!, che videro una larga ed entusiastica partecipazione di molte Associazioni di Astrofili locali aderenti all'UAI e di molte centinaia di insegnanti che parteciparono ai numerosi corsi residenziali e locali. Era l'era dei cosiddetti gradoni, così venivano chiamati i corsi di aggiornamento professionale che gli insegnanti dovevano obbligatoriamente frequentare. I corsi UAI vennero regolarmente autorizzati da parte del Ministero della Pubblica Istruzione, non senza suscitare scandalo nell'ambiente degli Astronomi i quali non ritenevano che gli Astrofili fossero in possesso di credenziali culturali sufficienti per assolvere al compito loro affidato. Solo di recente c'è stato un chiarimento tra UAI e il mondo degli Astronomi su questo punto; una volta chiarito che la didattica dell'Astronomia, all'interno dell'UAI, la fanno sostanzialmente gli insegnanti-astrofili, persone quindi preparate didatticamente e metodologicamente a svolgere il proprio ruolo in contatto continuo con il mondo della Scuola, mentre gli astrofili mettono a disposizione le loro competenze osservative e strumentali, le difficoltàdi rapporti si sono immediatamente trasformate in opportunità di collaborazione: molti professionisti collaborano infatti con entusiasmo alle attività didattiche UAI.

Siamo convinti che nessuno meglio dell'insegnante sia in grado di trasferire agli studenti, nella maniera metodologicamente più corretta, qualsiasi concetto, compresi quelli dell'Astronomia e dell'Astrofisica moderna. Per farlo, però, occorrono insegnanti preparati, continuamente aggiornati, entusiasti del proprio lavoro, in condizione di trasmettere, oltre che nozioni teoriche, anche competenze pratiche. Gli insegnanti della Commissione Didattica UAI appartengono a questa ancora troppo rara categoria e desiderano entrare in contatto con i tanti insegnanti, oggi non necessariamente Astrofili, che hanno, però, compreso l'importanza dell'introduzione nelle proprie scuole, di una disciplina così attraente ed entusiasmante come l'Astronomia
Dopo i primi anni di forte entusiasmo e conseguente espansione delle iniziative didattiche UAI, l'impulso iniziale si è gradualmente attenuato anche perchè i gradoni non erano più considerati obbligatori per gli insegnanti. L'UAI ha continuato a tenere corsi di tipo residenziale, sempre con notevole successo, e alcune Associazioni, mantenutesi fedeli all'idea iniziale, hanno continuato a svolgere corsi di tipo locale. A queste iniziative, da un paio d'anni, si è aggiunta la Scuola Estiva per l'Insegnamento dell'Astronomia organizzata dall'Osservatorio Astronomico della Regione Valle d'Aosta (Saint Barthélemy), alla quale la Commissione Didattica UAI ha collaborato sin dalla sua iniziale progettazione.

Il bilancio complessivo è molto positivo: l'UAI ha realizzato, in ogni angolo d'Italia, una quindicina di edizioni dei corsi residenziali e un centinaio di corsi locali, con la partecipazione complessiva di oltre 2000 insegnanti.
I responsabili della Commissione Didattica UAI, alternatisi alla gestione di questa complessa iniziativa, sono stati, dopo Gabriele Vanin, la prof.ssa Lucia Corbo, il prof. Giancarlo Favero, il prof. Gian Nicola Cabizza. Al recente Congresso UAI di La Spezia l'incarico di gestione della Commissione è passato alla prof.ssa Maria Antonietta (Titti) Guerrieri, laureata in Matematica con una tesi di astrofisica (relatore prof. Livio Gratton), che ha all'attivo una brillante carriera di insegnamento di materie scientifiche nelle Scuole Superiori. Attualmente insegna Matematica e Fisica nel Liceo "M. T. Cicerone" di Frascati (Roma) e dal 1995 è la responsabile della didattica dell'Associazione Tuscolana di Astronomia.

Emilio Sassone Corsi - Presidente UAI
gennaio 2006

Archivio   Archivi : 2007 - 2008 - 2009 - 2010 - 2011 - 2013/14 - 2015 -2016- Link utili

IL CIELO IN UNA...SCUOLA

DIDATTICA

Contatti: Prof. Maria Antonietta Guerrieri
© 2004 Commissione Didattica U.A.I.
Webmaster: Jacopo Baldi - Pasqua Gandolfi - Gaetano Scuoppo