Il progetto

quarto_lunaIl progetto intende valorizzare e sviluppare le potenzialità della rete, organizzativa ed operativa, degli osservatori astronomici amatoriali e dei piccoli planetari, su un articolato programma di diffusione della cultura scientifico/astronomica tra i giovani, individuando come target preferenziale la fascia di età 11-13 anni, particolarmente “critica” ma fondamentale per attivare e consolidare curiosità ed interessi specifici.

Grazie all’azione congiunta e coordinata delle Delegazioni territoriali UAI e dei relativi Osservatori/Planetari gestiti, tra quelle che hanno più proficuamente collaborato al citato progetto dell’annualità 2012/2013, si selezionerà un insieme di istituti scolastici presenti nei territori di riferimento di dette associazioni, sviluppando un programma di attività sia presso le sedi scolastiche che presso gli Osservatori astronomici.

Tali attività saranno concepite e sviluppate in modo tale che sia incentivato il lavoro di gruppo e la condivisione di esperienze a buone pratiche, anche attraverso l’utilizzo di un portale web di progetto che consentirà a tutti gli attori di rimanere in collegamento tra loro.

Alla conclusione del programma didattico, saranno selezionati 4 tra i principali star-party estivi, distribuiti sul territorio, e verranno organizzati presso di essi degli “stage didattici” della durata di due giorni e due notti, rivolti agli studenti più motivati che avranno seguito il progetto nel corso dell’anno scolastico.

Saranno previste opportune attività di valutazione dei risultati conseguiti (sia in termini di misurazione del livello di apprendimento che di auto-valutazione del progetto).

Infine, per capitalizzare le esperienze svolte, verrà proposto agli insegnanti partecipanti al progetto, una scuola estiva di astronomia orientata in modo prevalente alle metodologie didattiche.

Ai fini dell’emersione verso i mass-media dell’informativa sulle proposte e sull’attività svolta, ci si avvarrà della collaborazione, nel corso di tutto il progetto, del Canale Scienza & Tecnica dell’ANSA.

L’intento generale del progetto proposto è di utilizzare un approccio didattico molto orientato ad attività osservative e sperimentali, come solo l’utilizzo della rete degli osservatori e delle associazioni astrofile può garantire, ponendo comunque la dovuta attenzione alla correttezza del contenuto scientifico, che sarà garantito dalla collaborazione con l’INAF, strutturata da apposito protocollo di intesa già attivo dal 2012.

Si intende così, in particolare:

  • generare il consenso e l’interesse dei più giovani intorno alla cultura scientifica;
  • proporre, approfondire e consolidare la connessione tra il “sapere scientifico” ed il “saper fare scienza”
  • incentivare i giovani alla formazione e ad una professionale nei settori della scienza e tecnologia
  • contrastare il diffondersi delle pseudo-scienze e degli atteggiamenti acritici