Dopo oltre dieci anni di intensa attività, la Commissione Didattica UAI riceve il più alto riconoscimento da parte del Ministero della Pubblica Istruzione: l'accreditamento.

L'UAI diventa struttura accreditata del Ministero dell'Istruzione


L'accreditamento viene conferito dal Ministero dell'Istruzione solo alle strutture che hanno dimostrato di avere competenze didattiche, scientifiche, organizzative tali da consentire la gestione di corsi e iniziative di aggiornamento professionale per gli insegnanti e alunni in tutto il territorio nazionale.

L'UAI ha iniziato ad occuparsi di didattica dell'Astronomia nel 1998 quando, sotto la presidenza di Gabriele Vanin, si decise di costituire l'attuale Commissione Didattica. Successivamente la responsabilità della Commissione è passata a Lucia Corbo, Giancarlo Favero, Gian Nicola Cabizza. Dall'inizio del 2006 la responsabile della Commissione Didattica UAI è la Prof. Maria Antonietta (Titti) Guerrieri.

La Commissione Didattica UAI è composta prevalentemente da insegnanti e astrofili, figure che spesso coincidono, interessati a introdurre metodologie didattiche innovative nella scuola relativamente all'insegnamento dell'Astronomia. Sul sito della Commissione Didattica UAI si trovano molti spunti e materiali per comprendere la posizione UAI nei confronti della didattica dell'Astronomia e le attività sviluppate in questi dieci anni.

L'accreditamento che l'UAI ha ricevuto dal Ministero della Pubblica Istruzione darà modo di svolgere l'attività didattica in ogni angolo del Paese senza essere soggetti a programmazioni stringenti anno per anno delle varie iniziative. Potrà essere svolto su tutto il territorio nazionale dall'UAI e da tutte le Delegazioni UAI secondo dei criteri standardizzati di erogazione dei servizi.

Commissione Didattica UAI

Archivio   Archivi : 2007 - 2008 - 2009 - 2010 - 2011 - 2013/14 - 2015 -2016- Link utili

IL CIELO IN UNA...SCUOLA

DIDATTICA

Contatti: Prof. Maria Antonietta Guerrieri
© 2004 Commissione Didattica U.A.I.
Webmaster: Jacopo Baldi - Pasqua Gandolfi - Gaetano Scuoppo