COMMISSIONE DIDATTICA
*
V Settimana nazionale dell'Astronomia

"Tutto, in fondo, è cosmologia (Karl Popper)"

Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca Dipartimento dell’istruzione
Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici
Area Autonomia
promuove, dal 19 al 25 aprile 2004, la
V Settimana Nazionale dell’Astronomia
" Gli studenti fanno vedere le stelle."


Giunta alla sua quinta edizione, essa vuole posizionarsi quale tappa significativa di un percorso che veda gli studenti e i docenti con le loro scuole protagonisti, insieme ai professionisti della ricerca astronomica, nella costruzione di nuove piste didattiche interdisciplinari che abbiano l’astronomia come collante o stimolo.

In tal senso essa diventa la "vetrina", per interessare e coinvolgere studenti e docenti nella sensibilizzazione e produzione di esperienze, materiali ed idee, che proseguono anche dopo l’evento e negli anni. L'obiettivo alto e forte è dunque quello di contribuire ad invertire la tendenza all'abbandono delle discipline scientifiche da parte dei giovani.

L'Astronomia, per le sue caratteristiche, può infatti rappresentare un valido strumento per combattere questa tendenza negativa, presente nella maggior parte dei Paesi Europei.

Per favorire questa nuova dimensione la V Settimana dell’Astronomia avrà per titolo “Tutto, in fondo, è cosmologia”, una frase del filosofo della scienza Karl Popper, che ben sintetizza il carattere complesso e polivalente dell’astronomia: essa si avvale del contributo di tutti gli approcci disciplinari nella sua ricerca e li usa e li assomma.

Le scuole di ogni ordine e grado, le Associazioni disciplinari di settore, le Agenzie e gli Istituti di ricerca, promotori con il MIUR della Settimana, sono invitate a sviluppare le proprie attività (didattiche, divulgative , promozionali), adatte ai vari livelli di scolarità, sui temi:

“Dal cielo all’Universo come laboratorio di ricerca scientifica ”
“Le misure di tempo nell’Universo, dalle meridiane alle pulsar”
“La Terra, il nostro Pianeta, da tutelare ”

Le Istituzioni scolastiche potranno aderire individuando autonomamente, nell’ambito dei temi proposti, le attività da svolgere nella settimana da soli o in collaborazione con gli Enti e le Associazioni che promuovono la V Settimana. Esse sono invitate a comunicare la propria adesione compilando l’apposito modulo on-line predisposto all’indirizzo http://www.nauticoartiglio.lu.it

E sono invitate ad inviare aI MIUR-Dipartimento dell’istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici - Area Autonomia, i percorsi didattici interdisciplinari a partire dalla astronomia da loro realizzati, che saranno raccolti, supervisionati e pubblicati per fornire strumenti utili ai docenti e studenti alla ricerca di idee e materiali già sperimentati da altri.

Alcune indicazioni e suggerimenti sono sul sito http://astrodidattica.vialattea.net

Nell’ambito della settimana il MIUR, in collaborazione con l’Associazione Scienza Viva di Calitri (AV), ha invitato in Italia un eminente scienziato esperto in didattica scientifica, il prof. Paul Doherty dell’Exploratorium di S.Francisco

Egli terrà varie conferenze e workshop su vari temi con docenti in diverse città italiane: il 17 aprile al Liceo Polivalente “Imbriani” di Avellino, il 19 al Dipartimento di Fisica dell’Università e alla Città della Scienza di Napoli, il 20 alla Sala della Direzione scolastica Regionale di Roma, il 21 al Teatro Morlacchi e alla Officina per la scienza e la Tecnologia di Perugia, il 23 al Dipartimenti di Fisica della Università di Pavia.

Tra le attività didattiche proposte per la V Settimana dell’Astronomia nell’ambito della Rete di Eratostene, curata dalla Scuola Media "D. Alighieri"- Sede staccata "Pisani" di Venezia, di oltre 100 scuole italiane che da anni lavorano insieme in rete, ne vengono suggerite di nuove con relative schede operative a disposizione delle scuole che vogliono partecipare. Il sito è all’indirizzo www.vialattea.net/eratostene

In particolare quest’anno vengono proposte:
- la costruzione e l’utilizzo di Meridiane di carta per effettuare da ogni località italiana, in gemellaggio anche con scuole europee, misure di longitudine e latitudine;
- l’osservazione dei fenomeni medicei da diverse località in contemporanea per misure di longitudine con le lune di Giove;
- le misure di parallasse a cura dello studente astrofilo Fabio Pacucci di 15 anni del L.S. "Battaglini"di Taranto.


Le Istituzioni scolastiche che hanno realizzato Orologi solari possono registrare I dati relativi nelll'archivio on line degli orologi solari realizzati dalle scuole curato dall' I.T. Nautico “Artiglio” di Viareggio.


Sulla pagina web del MIUR sono contenute tutte le indicazioni operative della V Settimana dell’Astronomia e i vari co-promotori pubblicano sui loro siti le iniziative intraprese a cui le scuole potranno partecipare.

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento dell’istruzione Direzione Generale
Per gli Ordinamenti Scolastici - Area Autonomia
Viale Trastevere 76 –00153 Roma

Per informazioni: prof. Lucia Corbo MIUR tel. 0658492222-2407
mail: lucia.corbo@istruzione.it

HOME